TEATRO REGIO – PARMA, GIOIELLO D’ARTE ED ECCELLENZA ITALIANA, PRESENTA LA STAGIONE 2018-19
stagione 2019 teatro regio parma - 2.08.18

di Maria Carla Magni

 

C’è già aria di festa e di grandi celebrazioni culturali ed artistiche a Parma in attesa del 2020 che eleggerà la città quale Capitale Italiana della Cultura.

1

Nei giorni scorsi il Direttore Generale del Teatro Regio, Annamaria Meo, insieme al sindaco, Federico Pizzarotti, e all’assessore alla cultura, Michele Guerra, hanno presentato alla stampa e ai cittadini un programma particolarmente ricco per la prossima stagione 2018-19 che anticipa già, in quanto a prestigio e alla sua variegata offerta di spettacoli, quello che Parma proporrà nel ventaglio di proposte quale capitale italiana 2020.

2

Ad aprire l’intensa attività di produttività artistica del Teatro Regio torna l’appuntamento imperdibile del Festival Verdi giunto alla sua XVIII edizione che dal 27 settembre al 21 ottobre 2018 celebrerà il genio del Maestro Giuseppe Verdi con allestimenti ed opere di grande richiamo per appassionati e non tra le quali Attila, Le Trouvère, Macbeth e Un Giorno di Regno oltre ad altri eventi collaterali proposti nei più rinomati luoghi verdiani tra Parma e Busseto.

3

Anche quest’anno per la terza volta si svolgerà la rassegna Verdi Off che con oltre 130 appuntamenti ad ingresso libero, più di 50 eventi ed in 40 luoghi diversi in città e provincia  tra concerti, spettacoli, proiezioni, incontri, visite, mostre animeranno i giorni del Festival Verdi con l’obiettivo di stimolare, creare e condividere un’atmosfera festosa che abbracci ed emozioni contagiosamente chi vive e visita Parma e il territorio circostante, offrendo occasioni diverse di incontro e scoperta della musica e dell’opera del Maestro a un pubblico ampio e di ogni età, alle famiglie, ai giovani, ai bambini.

4

 “Il Festival Verdi rappresenta una sempre nuova e importante opportunità per la città di Parma – ci conferma Federico Pizzarotti, quale Presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma- il premio come miglior festival agli International Opera Award e il Premio Abbiati per Stiffelio sono il coronamento di un percorso di rilancio di un Festival che rappresenta profondamente la nostra terra, oltre al plauso della critica, un record di presenze e incassi. A questi importanti risultati Verdi Off ha aggiunto oltre 20.000 presenze di cittadini e visitatori che hanno partecipato alle tante iniziative pensate per portare a tutti la musica del Maestro. Verdi Off, insieme al Festival Verdi, è quello che Parma mostra a Parma e al mondo: una grande tradizione che si sa rinnovare grazie alla vitalità di un’identità speciale come la nostra”.

5

Due anni sono pochi, ma sono bastati per fare di Verdi Off un appuntamento irrinunciabile per il Festival Verdi e per Parma – dichiara Anna Maria Meo – la rassegna torna a invadere la nostra città per offrire davvero a tutti, secondo un modello di cultura diffusa e partecipativa, l’occasione di assistere a un concerto, a uno spettacolo, a una proiezione nei luoghi meno consueti e a molti sconosciuti. Com’è nello spirito di Verdi Off, anche quest’anno riserviamo un’attenzione particolare a coloro che sono impossibilitati a vivere il Festival Verdi e Verdi Off lontano dal luogo in cui si trovano, ed ecco che sarà ancora una volta la musica verdiana a raggiungerli, in carcere e in ospedale. Tutto questo grazie alla collaborazione preziosa del ricchissimo tessuto culturale cittadino,  che in occasione di Verdi Off si uniscono per far vivere la musica di Verdi in ogni luogo e a ogni ora e offrire così a cittadini e visitatori un’esperienza unica che solo a Parma potranno rivivere”.

Opera, danza, concerti, spettacoli dedicati ai giovani, ai più piccoli e alle famiglie compongono la Stagione 2018-2019 del Teatro Regio di Parma, con 50 eventi complessivi per oltre 100 appuntamenti da ottobre 2018 a giugno 2019.

La Stagione Lirica si apre nel segno di Giuseppe Verdi con lo storico allestimento di Un ballo in maschera, che grazie al restauro realizzato in collaborazione con la Soprintendenza di Parma e Piacenza torna a rivivere dopo oltre un secolo, e prosegue con Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, una nuova produzione di Andrea Chénier di Umberto Giordano e si conclude con il Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart. Tra gli artisti protagonisti in scena Jessica Pratt, Virginia Tola, Laura Giordano, Teresa Romano, Saimir Pirgu, Luciano Ganci, Claudio Sgura, Michele Pertusi.

6

Quattro gli appuntamenti della Stagione Concertistica, realizzata da Società dei Concerti di Parma in collaborazione con Casa della Musica, che vedranno sul palcoscenico del Teatro Regio i pianisti Arcadi Volodos, Ramin Bahrami, Grigory Sokolov e il chitarrista Kazuhito Yamashita.

7

Béjart Ballet Lausanne, Parson Dance Company, Yacobson Ballet, Daniele Cipriani Entertainment e Aterballetto sono le compagnie ospiti a ParmaDanza, realizzata in collaborazione con Ater e con Arci Caos, per 10 serate dedicate alla coreografia classica e contemporanea.

8

La spada nella roccia è la nuova produzione d’opera prodotta dal Teatro Regio di Parma e dedicata al pubblico dei più piccoli e delle famiglie. Per stimolare la passione al teatro e alla musica sono 13 gli spettacoli, per 48 appuntamenti complessivi, oltre ai laboratori didattici per insegnanti e famiglie, che compongono la nuova stagione di RegioYoung, impreziosita da Opera meno nove, il nuovo progetto di As.Li.Co. dedicato alle famiglie in attesa e da Il viaggio di Roberto, spettacolo musicale sulla vita di Roberto Bachi, in occasione della Giornata della Memoria.

9

Inoltre i consueti appuntamenti con Prima che si alzi il sipario a cura di Giuseppe Martini, le prove aperte, la cerimonia in memoria di Giuseppe Verdi.

Per il terzo anno consecutivo, il Teatro Regio di Parma organizza il Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, giunto alla sua 57esima edizione, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in onore e memoria di Carlo Bergonzi, presieduto da Giancarlo Contini Sindaco di Busseto.

10

Per concludere è doveroso segnalare altri eventi che meritano particolare attenzione realizzati sempre dal Teatro Regio di Parma.

Per chi vorrà vivere l’emozione di aspettare l’arrivo del nuovo anno in uno dei luoghi più belli della città, il 31 dicembre 2018 alle ore 21.00, verrà messa in scena  La vedova allegra, operetta in tre atti di Franz Lehàr, con la Compagnia Corrado Abbati diretta da Marco Fiorini, con le coreografie di Cristina Calisi. A seguire, allo scoccare della mezzanotte, un brindisi per tutto il pubblico.

11

Dopo il grande successo delle prime tre edizioni, torna Una notte allopera (17 maggio 2019), realizzata in collaborazione con il Gruppo Appassionati Verdiani Club dei 27 e riservata ai bambini da 7 a 10 anni che, equipaggiati di sacco a pelo, tappetino, pigiama, ciabatte, spazzolino da denti e borraccia potranno trascorrere una notte intera al Teatro Regio, tra stucchi dorati e velluti, alla ricerca di un tesoro nascosto.

12

Nell’ambito delle visite guidate al Teatro Regio si svolgerà IL REGIO è QUI(Z)! un nuovo gioco a squadre dedicato agli alunni delle scuole secondarie di I grado che, dopo la visita guidata al Teatro, dovranno rispondere ad alcune domande estratte a sorte: il Teatro Regio e la sua storia, lo spettacolo d’opera, la vita di Maria Luigia, Giuseppe Verdi e le sue opere saranno alcuni dei temi sui quali i compagni di classe si sfideranno, cercando di evitare gli “imprevisti”, come i fischi dal loggione o il cantante senza voce. La squadra che avrà raggiunto il punteggio più alto riceverà in premio biglietti, premi teatrali e un applauso a scena aperta! 

Ed infine verrà data occasione con “Scrivere d’Opera” di partecipare ad un Workshop di introduzione alla scrittura critica gratuito e riservato a 30 insegnanti e 150 studenti delle classi IV e V delle scuole secondarie di II grado di Parma e provincia, in occasione dell’opera Il barbiere di Siviglia . Le lezioni, che per un totale di sei incontri di due ore ciascuno, saranno curate da Angelo Foletto, presidente ANCM e critico musicale de La Repubblica, e Valeria Ottolenghi, responsabile delle relazioni esterne ANCT e critico teatrale della Gazzetta di Parma. L’opera lirica e la macchina teatrale, allestimenti e produzioni a confronto, letture e analisi di recensioni d’opera, esercizi di scrittura critica sono alcuni dei temi e delle attività che saranno approfonditi durante le lezioni, arricchite da incontri con registi, direttori, scenografi, costumisti e artisti e completate dalla partecipazione alla prova antegenerale dell’opera. Nello stesso ambito La Fondazione Teatro Regio di Parma promuove la I edizione del Premio Scrivere d’Opera “Elena Formica”, Concorso di scrittura critica, dedicato all’amata e stimata giornalista della Gazzetta di Parma.

13

Una intensa attività artistica, culturale, creativa e di intrattenimento è quello che propone Parma a partire da Settembre 2018 grazie alla collaborazione di uno dei teatri più rappresentativi al mondo…Lieti calici siano per il Teatro Regio di Parma!

14

 

Per ulteriori informazioni Teatro Regio di Parma tel. 0521 203949
verdioff@teatroregioparma.it ;  biglietteria@teatroregioparma.it ; visitareilregio@teatroregioparma.it

CREDITS – ufficio stampa Teatro Regio Parma
With the Courtesy of:  – parmaquotidiano.info – blog.graphe.it – formiche.net – it.geosnews.com – it.wikipedia.org – lanotazzurra.com – parmadaily.it – parmaiocisto.com – parmapress24.it – piccolilabirinti.com – verdissime.com – youtube.com

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>