GLI INCONTRI AL “GOLA GOLA Festival” – I PANIFICATORI ARTIGIANI e LE CARATTERISTICHE DEL PANE IN UNA SANA ALIMENTAZIONE
LE CARATTERISTICHE DEL PANE IN UNA SANA ALIMENTAZIONE - FOTO COVER -19.06.17

di Maria Carla Magni

 

Come abbiamo già annunciato, FlashOn Mag ha avuto il piacere di seguire alcuni eventi di particolare interesse durante la tre giorni del Gola Gola Food&People Festival che si è svolta a Parma con la seconda edizione ad inizio giugno.

1

In un tripudio di eventi ed incontri tutti correlati dalla passione verso il cibo in ogni sua declinazione, ho seguito in qualità di moderatrice un incontro di approfondimento e a carattere medico-informativo per scoprire alcune peculiarità nutrizionali di uno tra gli alimenti presenti sulla tavola quotidianamente :  il pane! 

2

Nel corner dedicato al Gruppo Provinciale Panificatori Artigianali di Parma, ubicato nella splendida cornice di Piazzale della Steccata, e con il sostegno di Ascom è stato sfornato ininterrottamente per 3 giorni il pane nelle diversissime tipologie incluse le golosissime focacce e pizze le cui offerte raccolte sono state devolute a favore dell’Associazione Onlus Noi per Loro che sostiene i piccoli pazienti del reparto di oncoematologia pediatrica di Parma e offre assistenza ai loro familiari.

Con me all’incontro sul tema “Di che pane siamo fatti?” la  nutrizionista dott.ssa Sandra Vattini  e il cardiologo dott. Mario De Blasi che hanno incuriosito il pubblico presente sui valori nutrizionali del pane e dato importanti indicazioni per un tipo di alimentazione sana e corretta, senza privarci dell’insostituibile pane!

3

In particolar modo la Dott.ssa Vattini ci ha spiegato che per gli aspetti più propriamente nutrizionali, secondo la farina impiegata, è possibile ottenere pane di tipo 00, 0, 1, 2, integrale, di semola e pani speciali; in tale contesto, il valore energetico è ampiamente diversificato, compreso tra le 220 Kcal / 100g del pane di segale e integrale e le 270 – 300 Kcal /100g per le altre tipologie di pane, compresi i pani speciali; si tratta, quindi, di un alimento energetico, fonte importante di numerosi principi nutritivi tra cui i carboidrati complessi (amidi) che sono i più rappresentati (75 – 85% in media); abbastanza alto anche il contenuto in proteine (11 – 12% in media) di basso valore biologico, cioè che non forniscono tutti gli aminoacidi essenziali. I lipidi sono generalmente bassi (1 – 5% in media) ma possono variare in conseguenza della eventuale aggiunta di altri alimenti, fino al 25% circa, in generale sono presenti la vitamina B1 e B2 e la niacina mentre il rapporto calcio (Ca) / fosforo (P) è molto basso; discreto è il tenore di fibra grezza nel pane integrale.

4

Pertanto il modello della Piramide Alimentare, che esprime graficamente le raccomandazioni per la razione alimentare, indica 1 – 2 porzioni al giorno di cereali tra pane, pasta, riso, couscous, ecc., preferibilmente integrali. Nel caso del pane, le carenze nutrizionali più importanti quali il basso valore biologico delle proteine e il rapporto Ca/P non ottimale vengono da tempo compensate dall’abitudine di associare il pane con altri alimenti che costituiscono il “companatico”. In relazione alla scelta del tipo di pane, si riconosce al pane, in generale, la facile digeribilità (la crosta è più cotta e spesso più digeribile della mollica), tuttavia, le caratteristiche organolettiche del pane possono variare anche a causa di fattori diversi come le specie del grano, la fertilità del suolo, la tecnica di macinazione e, requisito molto importante, la quota proteica in riferimento alla concentrazione di gliadine e glutenine (da cui origina il glutine) che possono incidere sulla  digeribilità del pane e l’eventuale sintomatologia di “gonfiore addominale”.

5

Il progetto regionale “Pane con meno sale” rappresenta un esempio molto importante e innovativo di alleanza educativa tra le Aziende Sanitarie e l’imprenditoria locale, finalizzata alla promozione di stili di vita salutari e protettivi in cui si concretizza l’attività di “empowerment” a favore del cittadino, quale artefice della propria salute e aspettativa di vita.

In generale possiamo dire che in uno stile alimentare quotidiano salutare e protettivo è importante assumere il pane (potrebbe essere il “pane buono”) senza ridurre il suo consumo sostituendolo con prodotti (grissini, crackers) che, spesso, contengono grassi aggiunti e apportano mediamente più calorie, riservando poi al consumo occasionale l’introduzione di pizza e focacce (potrebbe essere il “pane cattivo”).

6

Sotto il profilo cardiologico invece il Dott. De Blasi ci ha indicato alcuni punti fondamentali per la scelta di una vita consapevolmente sana soffermandosi su alcuni fattori fattori che aumentano il rischio di malattie cardiovascolari come il diabete , l’ipertensione , alti livelli di colesterolemia e il fumo . Inoltre vi sono poi elementi aggiuntivi come l’aumento dell’uricemia e dei trigliceridi o l’insufficienza renale, quindi per migliorare il proprio profilo di rischio cardiovascolare sono necessari l’attività motoria , l’astensione dal fumo e una corretta alimentazione.

7

Per i cardiologi il nemico numero uno sono le LDL , la parte cattiva del colesterolo , più sono basse le LDL , meglio è .
Al contrario è bene avere le HDL , la parte buona del colesterolo , alte .
Per diminuire le LDL è necessario evitare salumi e carni rosse e ridurre l’assunzione dei derivati del latte , a partire dai formaggi . Le HDL salgono solo con l’attività fisica .

In conclusione è stato confermato da entrambi i medici che  in una corretta alimentazione il pane fornisce il giusto contributo calorico senza aggiunta di grassi animali , che sono il nemico numero uno del cuore , e che è quindi necessario mangiare quello che bruciamo con l’attività fisica ed il pane è uno dei carburanti per una vita sana ed attiva.

L’importante è non farsi dominare dalla gola, ma mantenere un rapporto sano e consapevole con il cibo, in fondo anche un piccolo stravizio può essere accettato, ma l’abitudine deve essere rivolta alle piccole quantità a favore della nostra salute. A questo punto, evviva il pane!

8

Photo Credits : ENRICO ZERMANI
Grazie a : LC DONNA Abbigliamento  e  STEFANO SACCANI – Parma

With the Courtesy of: – dieta.pourfemme.it – marcomereu.it – ilfattoalimentare.it – argav.wordpress.com – allrecipes.it – corrieredibologna.corriere.it – leggopassword.it – helloworld.it

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>